More stories

  • in

    Canon potrebbe annunciare quattro obiettivi per mirrorless RF

    Come abbiamo avuto modo di scrivere poco fa, Nikon ha annunciato la nuova roadmap delle ottiche per le sue soluzioni mirrorless. Sempre in questi giorni sono state diffuse però alcune indiscrezioni che riguardano l’arrivo di nuovi obiettivi da parte di Canon che sembrerebbe voler rispondere a uno dei concorrenti storici del marchio cercando di “intercettare” quegli utenti che stanno lasciando le propri DSLR per passare alle mirrorless.

    Oltre alla possibilità di utilizzare adattatori (o che gli utenti non vogliano ancora cambiare le proprie fotocamere e i propri obiettivi), i produttori stanno cercando di dare sempre più scelta agli acquirenti così da permettere un passaggio più facilmente gestibile e adatto a tutte le tipologie di fotografia. Ecco quali potrebbero essere le nuove ottiche che il produttore nipponico potrebbe annunciare in futuro.
    Canon e le indiscrezioni sui nuovi obiettivi per mirrorless RF
    A differenza di Nikon, dove la sua roadmap è stata pubblicata ufficialmente, in questo caso si tratta di indiscrezioni e quindi potrebbero essere (come sempre) parzialmente o completamente errate. Nonostante tutto la fonte sembra essere affidabile e quindi non è escluso che, con tempistiche diverse, vedremo entro i prossimi dodici mesi sul mercato fino a quattro nuovi obiettivi fissi grandangolari per le mirrorless RF.

    Secondo quanto riportato, Canon dovrebbe annunciare quattro modelli che si contraddistingueranno tutti per la lettera “L” (Luxury) che indica le soluzioni più avanzate e che possono godere di un’ampia apertura così da dare un bokeh pronunciato e poter riprendere immagini anche in condizioni di scarsa luminosità.
    In particolare il produttore nipponico punterà su: RF 12mm f/1.8L USM, RF 24mm f/1.4L USM, RF 28mm f/1.4L USM e infine RF 35mm f/1.2L USM. Invece entro la fine dell’anno ci sarà spazio per RF 135mm f/1.8L USM che potrebbe avere anche una versione DS (Defocus Smoothing o con filtro apodizzante), come nel caso della versione da 85 mm f/1.8 che esiste sia in versione “standard” che DS. Tra i più attesi c’è invece il 35 mm f/1.2 che è stato vociferato ormai da oltre un anno e che ancora potrebbe attendere il 2023 per essere lanciato ufficialmente sul mercato da parte di Canon.

    Idee regalo,
    perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?REGALA
    UN BUONO AMAZON! LEGGI TUTTO

  • in

    Nikon aggiorna la propria roadmap degli obiettivi per le mirrorless Z

    Il produttore nipponico ha presentato in queste ore il nuovo obiettivo grandangolare zoom Nikkor Z 17-28mm F2.8 (modello che nasce da un omologo di Tamron, permettendo di ridurre il costo di sviluppo). Nikon ha contestualmente rilasciato anche la nuova roadmap degli obiettivi per la serie di fotocamere mirrorless Z facendo intendere quali saranno le nuove soluzioni a essere sviluppate.
    La società nipponica punterà esclusivamente sulle soluzioni mirrorless (full-frame e APS-C) non lasciando più spazio alle DSLR che andranno via via a essere dismesse e non più costruite. Questo permetterà una razionalizzazione dei costi, una migliore gestione dei magazzini e si focalizzerà sulle soluzioni che sembrano promettere maggiori guadagni in ottica futura. Ecco quali potrebbero essere le nuove ottiche che il produttore nipponico presenterà ufficialmente.
    Nikon: la nuova roadmap aggiornata per le ottiche Z
    Secondo quanto riportato ufficialmente (considerando che la roadmap è stata pubblicata proprio dalla società) nei prossimi mesi potrebbero essere introdotte diverse ottiche ad ampia apertura e anche qualche novità per le mirrorless APS-C.

    Click sull’immagine per ingrandire
    Nikon dovrebbe annunciare la nuova ottica Nikkor Z 70-180mm che dovrebbe avere un’apertura f/2.8 (ma non è stato precisato). Questa soluzione si unirebbe a quelle 17-28mm F2.8 e 28-75mm F2.8 per permettere agli utenti di avere tre ottiche zoom che coprono dai 17 mm fino ai 180 mm con apertura f/2.8. Anche in questo caso potrebbe trattarsi di un modello rimarchiato di Tamron come per 17-28mm F2.8.
    Ci sarà poi un modello Nikkor Z 12-28mm PZ (18-24 mm su 35 mm) che sarà invece destinato alle fotocamere con sensore APS-C fornendo così un grandangolare anche per gli utenti che non hanno scelto le full-frame. Si tratterà dell’ottica con la più ampia lunghezza focale (senza conversione) disponibile attualmente per Nikon su mirrorless Z. Infine ci sarà il Nikkor Z 200-600mm che coprirà una buona lunghezza focale per le full-frame.
    Non mancheranno poi le ottiche fisse come la Nikkor Z 35mm S-Line che potrebbe avere un’apertura di f/1.2 come nel caso del modello Nikkor Z 85mm S-Line (che ancora deve essere svelato). Altra soluzione sarà il Nikkor Z 135mm S-Line che invece punterà su un’apertura di f/1.8 (forse) e ci sarà spazio anche per il Nikkor Z 600mm S-Line per gli sportivi o i fotografi naturalistici. Sempre in tema di ottiche future, Nikon punterà su due modelli compatti, uno da 24 mm per APS-C e uno da 26 mm per full-frame.

    Idee regalo,
    perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?REGALA
    UN BUONO AMAZON! LEGGI TUTTO

  • in

    Nikkor Z 17-28mm f/2.8 nuovo zoom super grandangolare per Nikon Z

    Nikon sta progressivamente allargando il parco ottiche a disposizione dei fotografi che hanno scelto ili suo sistema mirrorless Nikon Z e lo fa con una strategia a doppio binario.
    Da un lato il produttore nipponico sta sviluppando le proprie ottiche top di gamma, come il Nikkor Z 800mm f/6.3 VR S che abbiamo avuto modo di mettere alla prova a bordo pista su Nikon Z 9, dall’altro puntando su ottiche sviluppate da terzi.
    Quest’ultima affermazione dovrebbe essere vera anche per il nuovo zoom super grandangolare ad apertura costante Nikkor Z 17-28mm F2.8, versione personalizzata Nikon dell’equivalente Tamron 17-28mm f/2.8 Di III RXD.

    Non sono solo i dati i targa a costituire degli indizi importanti, ma anche l’uguale distanza minima di messa a fuoco di 19 centimetri, che al momento è la più ridotta tra le ottiche native Nikon Z. Inoltre, tra le caratteristiche comuni, troviamo anche il meccanismo di escursione zoom interno.
    L’ottica Nikkor Z 17-28mm f/2.8 sfrutta un motore di messa a fuoco STM e dichiara l’utilizzo di due elementi ED e un elemento Super ED, assieme a tre lenti asferiche all’interno dello schema ottico.
    Sul barilotto offre un’ampia ghiera per la regolazione dello zoom e una ghiera di controllo che può essere assegnata al parametro preferito e che, in caso di messa a fuoco manuale, può operare in modo lineare.
    L’ottica pesa 450 grammi e ha un ingombro lineare di 101 millimetri, presentandosi quindi anche come ottica da viaggio e adatta a essere portata con sé tutta la giornata. L’obiettivo nasce per equipaggiare le fotocamere mirrorless full frame, ma naturalmente può essere sfruttato anche dai modelli APS-C. L’ottica dovrebbe essere resa disponibile verso la fine di ottobre, in attesa del prezzo ufficiale italiano, a livello indicativo, il prezzo di listino USA è di $1,199.95. LEGGI TUTTO

  • in

    Nuovo Leica Summilux-M 35/f1.4 ASPH. Distanza di messa a fuoco ridotta e diaframma a 11 lamelle

    Per chi scatta con una Leica M il 35mm f/1.4 è un grande classico e rappresenta una delle focali preferite per il reportage e la street photography. Ora il produttore tedesco ha deciso di rinnovare questo mitico obiettivo, con alcune interessanti novità, presentando il nuovo Leica Summilux-M 35/f1.4 ASPH.
    Leica Summilux-M 35/f1.4 ASPH.

    Quella che sarà sicuramente più apprezzata dai fotografi Leica M è la possibilità di mettere a fuoco a partire da una distanza minima di 40 centimetri, guadagnando ben 30 centimetri rispetto al modello precedente.
    Questo miglioramento è frutto della ricerca dei tecnici tedeschi, che hanno sviluppato un nuovo sistema a doppia camma, che ha quasi raddoppiato l’angolo di rotazione della ghiera di messa a fuoco rispetto al modello precedente, portandolo a ben 176°.

    Il nuovo intervallo di messa a fuoco, per la presenza del nuovo sistema a doppia camma, va al di là della sincronizzazione con il telemetro. Per distanze fino a 70 cm, la messa a fuoco si regola come al solito tramite il telemetro su tutte le fotocamere M, digitali e analogiche. Quindi, dopo una leggera resistenza nella ghiera, l’ulteriore campo di messa a fuoco tra 70 e 40 cm può essere regolato con precisione tramite il live view sullo schermo, il mirino accessorio Visoflex o l’app Leica FOTOS. C’è da dire che sugli ultimi modelli, come Leica M11, per l’errore di paralasse e per la maggiore precisione, in tutti gli scatti abbastanza ravvicinati è già molto più comodo utilizzare il focus peaking da display o mirino elettronico aggiuntivo.

    Novità a livello di ergonomia è la presenza di un paraluce integrato, che può essere esteso alla bisogna e richiuso quando non serve. Oltre alla distanza minima di messa a fuoco estesa e al paraluce integrato, il nuovo Summilux-M 35 f/1.4 ASPH. offre un bokeh visibilmente migliorato rispetto al modello precedente, con undici lamelle del diaframma invece delle solite nove.
    Il nuovo è disponibile a un prezzo di listino di 5.750,00 €, più basso del listino della versione precedente. LEGGI TUTTO

  • in

    Tokina atx-m 11-18mm F2.8 E: in arrivo il nuovo zoom grandangolare per mirrorless Sony E-Mount

    Tra i produttori di ottiche di terze parti Tokina è uno dei marchi preferiti per una fetta di appassionati e il produttore giapponese continua sulla sua strada e con la strategia di proporre focali leggermente fuori dagli schemi e diverse da quelle solite e messe in campo dalle altre aziende.

    Ciò è vero anche per l’ultimo annuncio in ordine temporale, quello della commercializzazione dell’interessante zoom grandangolare Tokina atx-m 11-18mm F2.8 E. Si tratta di un’ottica dedicata alle fotocamere mirrorless Sony E-Mount con sensore APS-C, sulle quali offre una focale equivalente di 17-27mm in 35mm.
    Caratterizzato da apertura costante su tutta l’escursione focale, mantiene delle dimensioni compatte e un peso di 335 grammi, anche grazie all’utilizzo di due lenti asferiche e due elementi super low-dispersion all’interno dello schema ottico da 13 elementi in 11 gruppi.
    Per offrire uno sfocato morbido il diaframma è circolare e composto da 9 lamelle. La distanza minima di messa a fuoco è contenuta in soli 19 centimetri e la messa a fuoco è interna.
    L’ottica dovrebbe essere proposta a un prezzo di 799 Euro. LEGGI TUTTO