in

In vendita l'obiettivo Carl Zeiss Planar 0.7/50mm sviluppato per la NASA, utilizzato da Kubrick

Abbiamo scritto solamente ieri della vendita all’asta di un raro obiettivo Canon EF 1200mm f/5.6L USM realizzato in pochissimi esemplari e con un prezzo da capogiro. Ma il mondo delle aste di materiale fotografico riserva sempre sorprese, come la vendita di un obiettivo Carl Zeiss Planar 0.7/50mm, che è stato sviluppato per le missioni lunari Apollo della NASA e poi utilizzato anche da Stanley Kubrick.

Quest’iconica ottica è stata messa all’asta da Leitz Photographica Auction, che si aprirà il 12 Giugno 2021. Ovviamente la quotazione di partenza è alto considerando la rarità e le caratteristiche tecniche, ma potrebbe arrivare a ben oltre 100 mila euro (doppiando l’offerta base) se ci saranno acquirenti abbastanza danarosi.

Carl Zeiss Planar 0.7/50mm: dalla Luna, al cinema alle aste

Come detto, questo obiettivo è un vero e proprio gioiello della tecnica, pur con qualche anno sulle spalle. Carl Zeiss Planar 0.7/50mm può contare infatti su un’apertura massima di ben f/0.7 con una lunghezza focale “classica” di 50 mm.

La sua realizzazione risale al 1966 ed è stato pensato inizialmente per le missioni Apollo così da non avere particolari problemi anche in condizioni di illuminazione difficile potendo raccogliere molta luce grazie all’apertura così ampia. Nessun obiettivo al tempo poteva tanto.

Ma se non bastasse l’utilizzo nello Spazio non fosse abbastanza, questo stesso modello (in tre unità) è stato scelto da Stanley Kubrick per riprendere le scene a lume di candela del film Barry Lyndon. Il regista, per rendere più realistiche le ambientazioni, non ha voluto utilizzare luce artificiale lasciando “parlare” solo la fievole luce delle candele come se lo spettatore si trovasse effettivamente immerso in quell’epoca distante.

L’unità Carl Zeiss Planar 0.7/50mm all’asta è stata pulita e si presenta “in ottime condizioni”. Questo modello è stato accoppiato a un corpo macchina Nikon F modificato con attacco per treppiede (rimovibile). Vista la rarità del modello (10 unità realizzate) e le sue caratteristiche, il prezzo potrebbe essere anche giustificato. Questo modello in particolare dovrebbe essere uno di quelli utilizzati dalla NASA (sei le unità delle quali si era dotata l’agenzia). Tre sono state consegnate a Kubrick mentre una è rimasta nel museo di Carl Zeiss.


Fonte: http://feeds.fotografidigitali.it/rss_fotografia.xml


Tagcloud:

Instax Mini 40: elogio della fotografia imperfetta, ma eterna. La recensione

NASA Juno e l'incontro con il satellite gioviano Ganimede: le prime due fotografie