in

Fotocamere: i dati CIPA di marzo vedono una piccola crescita rispetto al 2020

Non possiamo dire che il mercato delle fotocamere si sia effettivamente ripreso, è troppo presto e abbiamo pochi dati. Quello che però si può fare è esaminare gli ultimi dati rilasciati dalla CIPA (Camera and Imaging Products Association) per il periodo di marzo 2021 che mostrano comunque qualche segnale interessante.

C’è da considerare che con l’arrivo del 2021, i dati prendono in considerazione solo altri due anni per una comparazione completa (gli altri sono salvati negli archivi ma non disponibili sotto forma di grafico direttamente disponibile attraverso la CIPA): il 2020 ossia quando è iniziata la pandemia a livello globale e il 2019, che non era comunque un anno positivo in senso assoluto.

I dati sulle spedizioni di fotocamere per marzo 2021

L’inizio dell’anno in corso non era stato positivo, come avevamo già avuto modo di scrivere in passato. Certo, il primo dato sembrava confermare il trend negativo del 2020 che, per via dei lockdown, dei blocchi di produzione, dei trasporti e delle spese ha gravato fortemente anche sulle vendite di fotocamere.

Guardando invece a marzo 2021 vediamo come ci sia stato un netto incremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ma, come si sente spesso dire “ti piace vincere facile?!”. In realtà, anche in condizioni migliori per recuperare sulle spedizioni, non tutti ne hanno giovato.

Per esempio le fotocamere con obiettivo integrato non sono riuscite a superare i dati pessimi del 2020. Questo conferma in generale un trend che vede le “compatte” pian piano scomparire a favore di soluzioni come fotocamere mirrorless con ottica intercambiabile, anche di fascia più alta.

Considerando i primi tre mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2020, si nota che le DSLR hanno recuperato il 6% in termini di volumi, ma hanno fatto segnare -7% per quanto riguarda i guadagni. Storia diversa per le mirrorless, dove un incremento del 30% in volumi e 82% in valore. Prendendo come riferimento DSLR e mirrorless insieme, queste ultime hanno una quota di mercato del 55,6% in volumi e 75,6% in valore. Come scritto poco sopra, le compatte fanno anche peggio delle reflex, perdendo rispettivamente -17% e -10%.

Complessivamente, a marzo 2021 sono state spedite 830 mila unità rispetto alle 674 mila unità di febbraio e le 636 mila unità di gennaio. Se si considerano le fotocamere con obiettivo intercambiabile, sono state spedite 543 mila unità a marzo, 427 mila a febbraio e 416 mila a gennaio. Infine le compatte spedite sono state 287 mila a marzo, 246 mila a febbraio e 221 mila a gennaio.


Fonte: http://feeds.fotografidigitali.it/rss_fotografia.xml


Tagcloud:

L'Italia balla anche senza Sanremo: elettronica, house e pop alternativo, ecco i party da non perdere

Il Teatro di Roma torna dal vivo: dal 3 maggio c’è La Metamorfosi di Kafka